Chi siamo | Contatti | Mappa italiano inglese

Text/HTML

ATTENZIONE. Si tenga presente che le informazioni contenute in questo sito non sono aggiornate, ma risalgono a prima del 5 luglio 2016. La consultazione, quindi, ha esclusivamente carattere ‘storico’.
Per le informazioni aggiornate vai su: www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Fondi-Europei

 

Procedura aperta per l'affidamento del servizio di assistenza tecnica ai POR FSE

mercoledì 20 novembre 2013

Il Programma Operativo Regionale (POR) FSE Obiettivo 2 – Competitività regionale e occupazione della Regione Marche per gli anni 2007-2013 finanziato dal FSE (Fondo Sociale Europeo) prevede che ciascuna Amministrazione titolare di un POR FSE disponga di un ammontare di risorse pari al 4%  del Programma per l’attività di assistenza tecnica all’Amministrazione regionale titolare dello stesso. 
Come precisato dall’art. 46 del Regolamento CE 1083/2006, l’assistenza tecnica serve a finanziare le attività di preparazione, gestione, sorveglianza, valutazione, informazione e controllo dei singoli P.O. insieme alle attività volte a rafforzare la capacità amministrativa connessa all’attuazione dei Fondi.
L’assistenza tecnica deve essere svolta per tutta la durata del programma.
Considerato quanto previsto dal regolamento comunitario e dalle norme in materia di appalti pubblici, tale servizio deve essere acquisito mediante procedura aperta e ricorso al mercato.

Le offerte, redatte in lingua italiana, dovranno essere inviate a: Regione Marche – P.F. Politiche Comunitarie e AdG del FESR e del FSE, via Tiziano, 44- 60125 Ancona (Palazzo Leopardi 1° Piano, stanza 120) e dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 14/01/2014.

Scarica il bando
Aggiudicazione definitiva con DDPF n.59/POC del 05/05/2014
F A Q

1) Domanda 
In considerazione della difformità riscontrata tra l’elenco delle attività da svolgere riportato al punto B) del documento istruttorio, con specifico riferimento ai punti elenco 4 e 5 delle attività,  e quanto riportato nell’art. 2 del capitolato, qual è la corretta interpretazione da dare alle suddette attività?
Risposta
L’attività di cui al punto elenco 4 prevede la relazione annuale alla Commissione Europea sugli aiuti di stato concessi ai sensi del Reg. CE  n. 800/2008 con le risorse pubbliche  e in particolare FSE 2007/2013 e, come precisato nel documento istruttorio, FSE 2014/2020 (con riferimento al vigente regolamento generale di esenzione per categoria, eventualmente anche in sostituzione del Reg. CE n. 800/2008). L’attività di cui al punto elenco 5 consiste nel supportare la predisposizione della descrizione dei sistemi di gestione e controllo dell’AdG e degli Organismi Intermedi, come correttamente specificato nel documento istruttorio, per l’attuazione del POR FSE 2014/2020.

2) Domanda 
Come deve essere considerata la data di scadenza dell’offerta (19 novembre 2013) riportata nell’art. 4 del disciplinare?
Risposta
La data di scadenza dell’offerta (19 novembre 2013) riportata nell’art. 4 del disciplinare è da considerare come un refuso materiale. La data di scadenza per la presentazione delle offerte è il 14 gennaio 2014, come correttamente indicato nel bando di gara di cui all’Allegato A e pubblicizzato su tutti gli altri canali pubblicitari utilizzati.

3) Domanda 
In considerazione delle disposizioni stabilite dal D.L. n. 179/2012 (Decreto Crescita), con particolare riferimento all’art. 34, comma 35, si chiede di conoscere se anche per la presente procedura di gara è previsto l’obbligo per l’aggiudicatario di rimborsare alla stazione appaltante le spese di pubblicazione sui giornali del bando e dell’avviso di gara.
Risposta 
Il decreto crescita prevede che a partire dai bandi e dagli avvisi pubblicati successivamente al 1° gennaio 2013, le spese di pubblicazione sui giornali dei bandi e degli avvisi di gara sono rimborsate alla stazione appaltante dall’aggiudicatario entro il termine di 60 giorni dall’aggiudicazione.



Responsabile del Procedimento:
Dott. Mauro Terzoni tel 071.8063801