Chi siamo | Contatti | Mappa italiano inglese

Fondi strutturali

I Fondi strutturali, gestiti tramite cicli di programmazione settennale, rappresentano lo strumento finanziario della politica di coesione dell’Unione europea destinato a ridurre il divario dei livelli di sviluppo socio-economico tra le varie regioni, con l'intento di promuovere la crescita di quelle meno favorite e rafforzare la coesione economica e sociale dell'intero territorio europeo.

La programmazione comunitaria 2007-2013 è stat suddivisa in tre obiettivi prioritari: Convergenza, Competitività Regionale e Occupazione, Cooperazione Territoriale Europea. La Regione Marche rientra a tutt'oggi nell'obiettivo Competitività Regionale e Occupazione, che prevede da un lato il rafforzamento della competitività e dell’attrattiva del sistema regionale nel suo insieme, dall’altro il potenziamento dell’adattabilità dei lavoratori e delle imprese attraverso lo sviluppo del mercato del lavoro . Infatti, grazie  ai Fondi strutturali  (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e Fondo Sociale Europeo), vengono programmati e cofinanziati, in modo pluriennale, gli interventi sul territorio a favore della crescita e dell’occupazione.

In particolare, il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR)  finanzia azioni in ricerca e sviluppo tecnologico, innovazione e imprenditorialità, società dell'informazione, ambiente, energia, cultura e turismo. Il Fondo Sociale Europeo (FSE) offre strumenti ed opportunità per la formazione, la riqualificazione dei lavoratori, lo sviluppo imprenditoriale e l’inclusione sociale.

Nel periodo di programmazione 2014-2020 i Fondi strutturali sono invece fortemente integrati con il Fondo Europeo  per lo Sviluppo Rurale (FEASR) e il  Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP), tanto che a marzo 2012 è stato proposto un unico documento strategico, il Quadro Strategico Comune (QSC).

Il Quadro Strategico Comune intende assicurare una programmazione strategica coerente per tutti i Fondi e un quadro di riferimento unitario che assicuri il raggiungimento dei target di Europa 2020.
L’Accordo di Partenariato sui Fondi UE 2014-2020 punta quindi al rafforzamento della Regione Marche, nell’ottica di una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, in linea con le strategie di Europa 2020 e mira, in particolare, a riportare in equilibrio le aree meno sviluppate.

Il QSC si incardina sugli 11 obiettivi tematici introdotti dal Regolamento Orizzontale e per ciascuno di essi, definisce:

  • le azioni-chiave, cioè le possibili linee di intervento implementabili dai singoli Fondi; 
  • una serie di principi generali per l’impostazione della strategia; 
  • i criteri di coordinamento e integrazione tra i Fondi e tra questi e le altre iniziative gestite direttamente dall’UE.

StampaVersione stampabile