Chi siamo | Contatti | Mappa italiano inglese


Premio Valore Lavoro – Premio Regionale per la buona Imprenditoria Marchigiana.

Il Premio Valore Lavoro rappresenta un’iniziativa dal contenuto innovativo, promossa dal Servizio Istruzione, Formazione, Lavoro della Regione Marche con l’obiettivo di promuovere e incentivare la conoscenza del Fondo Sociale Europeo tra gli imprenditori marchigiani, ma anche, e soprattutto, pensata con la volontà di riconoscere il valore sociale e il ruolo propulsivo delle buone pratiche nell’imprenditoria regionale.
Da un lato la manifestazione intende quindi diffondere negli imprenditori la consapevolezza del ruolo, delle azioni e delle opportunità specifiche offerte dal Fondo Sociale Europeo alle imprese; dall’altro vuole far conoscere al grande pubblico quei casi di eccellenza, quelle imprese che abbiano saputo coniugare innovazione e qualità del lavoro.
Si vogliono in tal modo fornire modelli replicabili cui ispirarsi nella creazione d’impresa. Questa modalità è diventata, nel corso del tempo, uno strumento per comunicare esperienza e sapere, un esempio da seguire, ma anche una testimonianza del ruolo sociale che l'imprenditoria marchigiana può svolgere nella costruzione del benessere della Regione. Tale manifestazione è cresciuta nel solco della tradizione della condivisione e divulgazione delle “Buone prassi”, molto sentita dall’Unione Europea, ribadendo la sua origine comunitaria e la sua forte valenza comunicativa.
Il Premio “Valore Lavoro” è così intitolato poiché viene riconosciuta all’azienda la principale funzione di creare Valore in termini di innovazione, competitività, qualità, ma anche e soprattutto di creare Valore nel Lavoro, nella capacità quindi di coniugare sviluppo ed integrazione sociale.
La manifestazione si articola in un bando/invito ed un regolamento, che indica le motivazioni e fissa requisiti indispensabili per la partecipazione oltre a disciplinare tutte le fasi dell’intera manifestazione. Il Premio è rivolto a tutti gli imprenditori, le cui imprese abbiano sede nel territorio regionale, che si siano distinti per una (o più) delle suddette motivazioni.
In una prima fase, vengono raccolte le iscrizioni al Premio; contemporaneamente si provvede a costituire la Giuria, formata da rappresentanti delle organizzazioni imprenditoriali, sindacali e del sistema camerale, da assessori regionali e provinciali, da giornalisti, da docenti universitari, da esperti nella gestione delle Risorse Umane. Dopo una prima fase di vaglio delle segnalazioni ricevute, per verificare i requisiti richiesti, viene inviato ai giurati un dossier delle aziende candidate, al fine di effettuare la votazione. Dal computo delle votazioni dei Giurati risulteranno le 10 migliori “Buone Pratiche aziendali”, cioè quelle che avranno raggiunto il maggior numero di consensi, che vengono premiate nel corso dell’evento conclusivo.